Incontro organizzato da Casa delle donne di Milano, Libera università delle donne, Rete Milanosifastoria, Unione femminile nazionale nell’ambito della VII ed. di Milanosifastoria


Genere, specie, terra: l’ecofemminismo alla prova della pandemia. Riflessioni e pratiche per la cura  del nostro pianeta

In diretta streaming, mercoledì 18 novembre 2020, ore 17.00


Il pensiero delle donne da tempo ha messo in questione problemi cruciali per la stessa sopravvivenza della specie che la pandemia ha posto sotto gli occhi di tutti. Ha indicato nella fine dello sfruttamento delle risorse naturali, degli animali umani e non umani, nella salvaguardia di tutti gli esseri viventi e delle biodiversità, nei cambiamenti di modelli di produzione e di stili di vita, vie di superamento della crisi ambientale per una società più giusta. La pandemia nella sua tragicità denuncia i  limiti del progresso e del modello di sviluppo capitalistico, ci costringe aduna riflessione sull’impostazione dualistica gerarchica uomo/natura, uomo/donna, uomo/animale in cui il primo termine è superiore al secondo su cui si fondano le discriminazioni e le oppressioni della nostra società  

Ci chiediamo allora: è possibile una via ecologica e femminista al cambiamento per la salvezza del nostro pianeta?

Intervengono

Ecofemminismo e pandemia

Bruna Bianchi, storica, Università Ca’ Foscari di Venezia

Ecofemministe e sostenibilità 

Laura Cima, giornalista

Il paradigma della cura

Floriana Lipparini, giornalista, Casa delle donne di Milano

Realtà e limite come insegnamento politico

Daniela Padoan, giornalista, Associazione Laudato sì

Modera

Marilena Salvarezza 

Per collegarsi

Immagine del post: disegno di Angelo Montanaro