Spettacolo multimediale

Martedì 19 dicembre 2023, ore 19.45

Unione femminile nazionale, Corso di Porta Nuova 32, Milano

Ingresso libero

Concerto scenico live su Olympe de Gouges, libera pensatrice che sfidò la Rivoluzione francese mostrando l’ipocrisia di una narrazione scritta dai vincitori, maschi e ricchi. Uno spettacolo multimediale per indagare i paradossi del mito su cui si basa il nostro Occidente liberale e progressista.

“Se la donna ha il diritto di salire sul patibolo, deve avere allora il diritto di salire sulla tribuna”. Olympe de Gouges pronunciò questa frase nel pieno della Rivoluzione e insieme alle sue idee protofemministe e abolizioniste e ai suoi discorsi scatenò l’unica risposta possibile: la ghigliottina per volere di Robespierre e dei Giacobini, segnata dalle parole del Procuratore che la condannò “perché aveva dimenticato le virtù che convenivano al suo sesso”. Olympe è una delle troppe figure dimenticate dalla storia, appartenenti a quei gruppi esclusi dal potere patriarcale e capitalista che ha indirizzato la narrazione degli eventi e quindi gli eventi stessi. In anticipo sui tempi, libera e indipendente, rimasta vedova giovanissima e mai più sposatasi per evitare il matrimonio “tomba della fiducia e dell’amore”, Olympe si schierò sempre a difesa di quelle persone indifendibili per l’epoca. Nemmeno due anni dopo la Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino pubblica un pamphlet dal titolo evidente: Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina.

Inégalité. Olympe e la Rivoluzione negata

è un progetto di Ensemble Teatro
testo Giulia Trivero
regia Andrea Piazza
musiche Gabriele Anzaldi
interpreti Giulia Amato, Gabriele Anzaldi
organizzazione Arianna Soffiati

Un concerto scenico

L’intento è evolvere il teatro di narrazione contaminando dialoghi recitati e racconti con la dimensione del concerto musicale elettropop: scoundscapes, musiche e canzoni che sfruttano tastiera midi, loop station, voci campionate, strumenti musicali elettronici, un dialogo senza soluzione di continuità tra la dimensione teatrale e quella musicale. Il tutto creato live.

Spettacolo accessibile a persone con disabilità visive

Ensemble teatro

Ensemble Teatro nasce nel 2021 dall’unione di alcuni giovani diplomati alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano e si avvale della collaborazione di altre figure professionali teatrali e non solo, tutti under 30.
L’attività di Ensemble Teatro si concentra sull’indagine delle contraddizioni del presente, concretizzandosi nei progetti Edoardo II o Il mondo intero per nemico (riscrittura multidisciplinare della tragedia di C. Marlowe, prod. Teatro Out Off Milano, con il sostegno di Centro Teatrale MaMiMò Reggio Emilia, progetto vincitore Next Lom-bardia, 2022), nel monologo di Ciro Ciancio Venire al mondo (debutto Festival Castel dei Mondi Andria, 2021) e in Vita di un santo erotomane di F. Toscani, progetto attualmente finalista Biennale Teatro College Regia.
Nel corso della stagione 2022/2023 il gruppo ha iniziato un percorso di avvicinamento al teatro del giovane pubblico con lo spettacolo Il sogno di Ludwig, nato in origine su commissione di Orchestra Sinfonica di Milano

Verified by MonsterInsights