Donna e arte

01/04/1987

“Donna e arte. Esistere come pittrice nel lombardo-veneto tra Cinquecento e Ottocento. Ciclo di conferenze […]

“Donna e arte. Esistere come pittrice nel lombardo-veneto tra Cinquecento e Ottocento. Ciclo di conferenze organizzate dall’Unione Femminile Nazionale nel 1987. Scrive la coordinatrice e presidente dell’Unione, Rachele Farina:

Nel periodo più aureo della storia romana, ad esempio Plinio nella sua “Historia naturalis” elenca seigrandi pittrici che lo riempivano di stupore e di reverenza. Che ne è di loro? Nel Rinascimento ecco un’altra messe di produzione femminile: di questa cosa è rimasto? Viene infine il Settecento con il suo bisogno di completa revisione delle scale dei valori e ancora le donne si fanno avanti, ma non è stata ancora abbastanza ricuperata e studiata la loro produzione.
Un’opera immensa spetta quindi alle nostre storiche dell’arte, alla critica d’arte di tutti i tempi. In questo spirito l’Unione Femminile Nazionale ha organizzato questo corso, riferito naturalmente al piccolo campo lombardo.

Saggi contenuti:

  • Presenza attiva della donna nell’ambito artistico del Lombardo-Veneto – Cristina Gozzoli
  • Sofonisba Anguissola – Luisa Bandera Gregori
  • Rosalba Carriera – Bernardina Sani
  • Angelica Kauffman – Rachele Farina

Donna e arte. Esistere come pittrice nel lombardo-veneto tra cinquecento e ottocento. Anno socio-culturale 1987, Unione Femminile Nazionale