Rosa Genoni. Mostra e convegni

In programma per il 14/02/2018

Per la pace (14 febbraio). Per l’insegnamento e l’educazione (17 marzo). Due appuntamenti per conoscere l’attività politica Rosa Genoni.

Rosa Genoni. Per la moda, l’insegnamento, la pace, l’emancipazione

Milano, 13 gennaio – 17 marzo. Archivio di Stato di Milano, Palazzo del Senato, via Senato 10

In occasione 150° anniversario della nascita di Rosa Genoni

La Mostra storico documentaria su Rosa Genoni si sviluppa in due sezioni, una dedicata alla moda e l’altra all’impegno politico-sociale con i relativi appuntamenti e vuole dare la possibilità, soprattutto alle nuove generazioni, di ripercorrere una parte di storia importante del nostro paese e della storia del movimento femminile emancipazionista, suffragista e pacifista, che proprio a Milano ha avuto il suo più attivo fulcro. Guida alla mostra (pdf)

L’Archivio Genoni Podreider, l’Archivio di Stato di Milano, Fondazione Kuliscioff, Società Umanitaria e Associazione Culturale Profumo di Milano, espongono bozzetti, abiti, documenti inediti, giornali, libri, lettere, fotografie e memorabilia d’epoca.

La tavola rotonda del 14 febbraio e il convegno del 17 marzo sono dedicata alla attività politica e sociale di Rosa Genoni.

Per la pace

14 Febbraio 2018 – Archivio di Stato di Milano Sala Conferenze – ore 15

Tavola Rotonda

Ernesto Teodoro Moneta e i movimenti pacifisti dell’epoca

  • Saluti di

Raffaele Cattaneo – Presidente Consiglio Regionale Lombardia Filippo Del Corno – Assessore alla Cultura Comune di Milano

Antonio Savoja- Soprintendenza Archivistica e bibliografica della Lombardia Renato Ferrari – Società per la Pace e la Giustizia Internazionale

  • Prof. Barbara Bracco- Università Bicocca di Milano:

I socialisti e la guerra

  • Prof. Giampaolo Romanato- Università di Padova

Il pacifismo cattolico e la Chiesa

  • Angela Stevani Colantoni, Presidente Unione Femminile Nazionale

Il movimento femminile e la guerra. Rosa Genoni

  • Introduce e coordina:

Walter Galbusera, Presidente Fondazione Anna Kuliscioff

Per l’insegnamento e l’emancipazione

17 Marzo 2018 –Archivio di Stato di Milano Sala Conferenze – ore 10

Convegno

L’impegno politico e sociale di Rosa Genoni

  • Prof. Concetta Brigadeci – Unione Femminile Nazionale

Rosa Genoni e il movimento emancipazionista e suffragista

  • Prof. Silvia Bianciardi – Università Ecampus

Rosa Genoni nel movimento operaio e socialista italiano

  • Avv. Milena Helena Polidoro – Direttore Generale Società Umanitaria

La Scuola Professionale Femminile dell’Umanitaria

  • Marina Cattaneo –Vicepresidente Fondazione Anna Kuliscioff

Rosa Genoni e Anna Kuliscioff, la sorellanza

  • Introduce e coordina:

Raffaella Podreider, Presidente Associazione Amici di Rosa Genoni

Rosa Genoni

nasce a Tirano in provincia di Sondrio il 16 giugno del 1867 da Luigi Genoni un calzolaio della Valtellina e da Anna Margherita Pini, sarta di Grosio, primogenita di diciotto figli. La sua vita, durata quasi ottantasette anni, è la vita di una donna audace, volitiva, caparbia, che si è fatta da sola, decidendo di non sottostare ad un destino di povertà per costruire con le proprie mani e il proprio ingegno, una vita eccezionale, capace di imporsi in ogni ambito sociale in cui si trovò ad operare, rivoluzionando lo status quo.

Nella moda, pensando ad una moda nazionale come “pura arte italiana”, che svincolata dalla sudditanza ai francesi sapesse trarre ispirazione dal mondo classico e dai capolavori del Rinascimento, e diventando la prima ambasciatrice del “Made in Italy”

Nell’insegnamento, collaborando con la Scuola Professionale Femminile dell’Umanitaria, dove rivestirà la carica di dirigente della Sezione Sartoria e quella di    docente (ricoprendo la prima cattedra di Storia del Costume italiana) per più di venticinque anni e da cui darà le dimissioni solo nel 1933 per non giurare fedeltà al Fascismo.

Nel movimento pacifista, partecipando come unica donna italiana su 1187 delegate, all’Aja, al I° Congresso Internazionale Femminile per la Pace, dando vita a la “Pro Umanità”, che avrà sede nella sua casa, per dare un primo soccorso ai profughi di guerra bisognosi di aiuto.

Nel movimento emancipazionista femminile, è convinta che l’autonomia concreta nel campo della moda possa aprire la strada verso conquiste sul piano civile, del lavoro, dell’assistenza, del diritto di voto.

Un impegno e una passione che dureranno fino alla fine della sua vita, nel 1954. E’ sepolta al cimitero Monumentale di Milano. Il 2 novembre del 2015 il suo nome è stato iscritto al Famedio nel novero delle “14 donne che hanno fatto grande Milano”.

Info

as-mi.comunicazione@beniculturali.it – info@fondazioneannakuliscioff.it

Per visite guidate: raffaellaalisapodreider@fastwebnet.it

Rassegna stampa

http://www.ilgiorno.it/milano/cosa%20fare/mostra-rosa-gentiloni-1.3696045

http://www.milanotoday.it/eventi/rosa-genoni-mostra.html

http://www.neiade.com/visita-guidata/rosa-genoni-mostra-archivio-stato-27-01-2018/

http://www.iodonna.it/attualita/appuntamenti-ed-eventi/2018/01/12/milano-la-mostra-su-rosa-genoni-stilista-femminista-inventrice-del-made-italy/

http://www.arte.it/calendario-arte/milano/mostra-rosa-genoni-1876-1954-una-donna-alla-conquista-del-900-per-la-moda-l-insegnamento-la-pace-e-l-emancipazione-47425

http://www.mentelocale.it/milano/eventi/68552-rosa-genoni-1867-1954-donna-conquista-900-mostra.htm