s200_societ_italiana_delle_storiche.-_sis

Genere e storia nuove prospettive di ricerca

In programma per il 04/02/2017

Genere e storia: nuove prospettive di ricerca. Congresso società italiana delle storiche

GENERE E STORIA: NUOVE PROSPETTIVE DI RICERCA


VII Congresso della Società Italiana delle Storiche si svolgerà a Pisa dal 2 al 4 febbraio 2017

Tra il 2 e il 4 febbraio 2017 si tiene a Pisa, nelle sedi delle tre istituzioni universitarie pisane (Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna e Scuola Normale Superiore) il VII Congresso nazionale della Società Italiana delle Storiche.

Un appuntamento fitto di incontri, dibattiti e discussioni sulle ricerche, le metodologie e le interpretazioni relative alla storia delle donne e di genere e agli intrecci con le altre scienze sociali.

Più di 220 interventi, organizzati in due sessioni plenarie, sei parallele, sette poster, copriranno un ampio arco cronologico – dall’antichità all’età contemporanea – e geografico, dall’Italia all’Europa, all’America Latina e al Medio Oriente, dimostrando che le donne sono protagoniste della storia e la loro assenza dalle storiografie tradizionali è il frutto di scelte intellettuali e politiche che, ormai, non si possono che considerare desuete. Studiose e studiosi italiani e internazionali proporranno una lettura storica delle relazioni di potere che influenzano le relazioni tra individui e tra società, nel passato e nel presente, in ambiti diversi quali il lavoro, il rapporto tra movimenti sociali e istituzioni, le questioni coloniali, le migrazioni.

Il congresso sarà aperto dalla lectio magistralis di Monique Deveaux (University of Guelph, Canada), su uno dei temi chiave del dibattito politico e intellettuale contemporaneo: Religion, Tradition, and Autonomy: Can Intersectional Theory Reveal Openings for Women’s Agency? Interverranno sul tema alcune delle storiche italiane di più alto profilo nel campo della storia internazionale: Raffaella Baritono (Università di Bologna); Barbara Henry (Scuola  uperiore Sant’Anna Susanna Mancini Università di Bologna); Anna Loretoni e  Gaetana  Morgante Scuola Superiore Sant’Anna.  La  lectio  magistralis  di  chiusura  di  Nadia Fusini (Scuola Normale Superiore), Vergine e Re: i due corpi di Elisabetta I d’Inghilterra, porterà al centro la riflessione sul corpo e il potere, uno dei temi centrali nel dibattito storiografico e pubblico, e sarà discussa da Isabella Lazzarini (Università del Molise).

Il 1° febbraio alle ore 17.00, a Palazzo Vitelli, Lungarno Pacinotti 44, sarà inaugurata la mostra Sidewalk Stories, sulla resistenza delle donne contro la violenza sessuale  in  Egitto.  L’artista  egiziana  Thuraya Suliman e la curatrice Maria Neubert saranno in conversazione con la storica del femminismo egiziano Lucia Corbera The University of Sydney , la tudio a di toria di genere nell’Islam Serena Tolino  (University of Hamburg) e la direttrice del CUG di Pisa, che ospita la mostra, Laura Savelli.

Il congresso, nato dalla collaborazione della SIS con il Dipartimento i Civiltà e Forme del sapere  dell’Università di Pisa, la Scuola Superiore Sant’Anna e la Scuola Normale Superiore, ha beneficiato del contributo di: Comitato unico di Garanzia  dell’ università  di Pisa,  Giunta  centrale  per  gli  studi  storici, Comune di Pisa, Fidapa di Pisa, Rotary Club di Livorno, Soroptimist di Pisa

Il Comitato scientifico è composto da: Lucia Sorbera (coordinatrice), Alberto Mario Banti, Isabelle Chabot, Carlotta Ferrara degli Uberti, Laura Guidi, Adelisa Malena, Monica Pacini, Alessandra Pescarolo, Raffaella Sarti, Laura Savelli, Arnaldo Testi, Simona Troilo. 
Presentazione delle domande all’indirizzo segreteria@societadellestoriche.it entro il 30 giugno 2016.